(sentiero 261) carta Tabacco n 16

Dal paese di Calalzo si persegue per la strada con riferimento Pracedelan. Dopo il ponte sul rio Molinà, si gira a destra e si sale lungo la valle Vedessana, fino ad arrivare alla zona dette “la Stua”; da qui parte il sentiero (261) che porta fino al rifugio Chiggiato (1911 m di altitudine). Il sentiero si presenta, all’inizio come una comoda strada sterrata diventando poi una comoda mulattiera, che sale lungo il bosco dove a tratti si possono vedere le Marmarole. Il sentiero è abbastanza impervio ma non difficile.
Arrivati al rifugio, il panorama è a 360 gradi e comprende le seguenti montagne: le Marmarole (cimon del Froppa), l’Antelao, le cime Bastioni, la Val Dotten , gli Spalti De Toro, Vedorcia, il Montanel, il monte Cridola e in lontananza si possono notare tutte le montagne sopra la Val Piova.

Autore di questo percorso è Daniele Olivotto, studente della terza A della Scuola secondaria di primo grado di Pieve di Cadore (anno scolastico 2013/14), nell’ambito di un lavoro di ricerca di sentieri e percorsi culturali e naturalistici del Cadore. Grazie ragazzi!